Tempo di lettura: 3 minuti
Le meravigliose acque che bagnano Marettimo.
Le meravigliose acque che bagnano Marettimo.

Isola dell’Italia appartenente alle isole Egadi, in Sicilia, Marettimo è la più occidentale dell’arcipelago nonché la più rocciosa e boscosa. La sua caratteristica principale è infatti la presenza di falesie a picco sul mare, mentre nell’entroterra si può ammirare tanto verde. Questa che potremmo definire “spigolosità” paesaggistica ci indica chiaramente che Marettimo non è un’isola per tutti: ma chi ha la pazienza di avvicinarsi ad essa e di volerla scoprire, troverà un luogo magico ed affascinante, unico nel suo genere. Selvaggia ed incontaminata, l’isola siciliana vanta uno scarso impatto ambientale grazie al quale ha mantenuto intatto un ricco patrimonio vegetativo e faunistico. La sua conformazione la rende un vero paradiso per gli amanti dello sport: gli appassionati di trekking hanno a disposizione sentieri e percorsi sali-scendi immersi nella natura; gli sportivi d’acqua hanno solo l’imbarazzo della scelta poichè possono scoprire le fantastiche grotte marine e le tantissime specie che popolano i fondali isolani.

Le grotte sono una delle principali attrazioni di Marettimo, un motivo più che valido per trascorrervi una vacanza. La maggior parte di esse sono frutto dei fenomeni carsici e sono dei veri e propri capolavori della natura. Meritano un’escursione la Grotta del Cammello con le acque color verde smeraldo, la Grotta della Bombarda, quella del Tuono e del Presepe, famosa per le sue stalattiti e stalagmiti, meta romantica per ammirare il tramonto. Le grotte sono il simbolo stesso di un’isola dalla costa impervia ma suggestiva.

La conformazione stessa di Marettimo non si presta alla presenza di molte spiagge: in realtà l’isola siciliana offre incantevoli arenili, ma non tutti raggiungibili via terra. Tuttavia durante un soggiorno a Marettimo è d’obbligo andare alla scoperta delle sue baie ed anfratti, spettacolari giochi della natura e delle acque. Partendo da nord vi sono Cala Manione e Scalo Maestro: raggiungibile attraverso un sentiero a tratti a picco sul mare, la prima è caratterizzata da scogli, la seconda presenta una piccola e graziosa porzione di sabbia.

marettimoSotto il faro di Punta Libeccio si trova Cala Nera, probabilmente la spiaggia più bella di Marettimo. Tuttavia l’unico modo per godere del suo incanto è arrivarci via mare: chi non può, si accontenti di una serie di scogli piatti a pelo d’acqua proprio lì accanto e di una grotta naturale, ottima per ripararsi dal sole nelle ore più calde della giornata. Molto bella sono Cala Bianca e la spiaggia del Cretazzo: dal centro abitato è necessario seguire la strada per Zotta Muletti fino alla Carcaredda; da qui bisogna proseguire verso Punta Libeccio e poi vi sono le indicazioni per la spiaggia: si tratta di una pittoresca caletta di sassi bagnata da acque limpide e trasparenti. E’ raggiungibile anche con servizio barca da prenotare. Non lontano si trova Zotta Muletti che in realtà sono una serie di scogli che consentono una comoda entrata in acqua.

Una delle spiagge più comode da raggiungere è la Praia dei Nacchi: distante circa 20 minuti di passeggiata dal centro abitato, è costituita da sassi con alcuni punti sabbiosi. Mare blu e turchese, soleggiata di giorno ed ombreggiata al pomeriggio, rappresenta la soluzione migliore per chi vuol godersi il mare di Marettimo senza faticare troppo! Continuando il nostro viaggio alla scoperta delle calette e delle spiagge dell’isola siciliana, ci imbattiamo nelle piccole baie raggiungibili da una serie di sentieri che si snodano nei pressi del cimitero.

Le due più belle sono quella subito dopo la cappella del rotolo e quella all’altezza del cimitero: entrambi di sassi sono bagnate da acque che vanno dal colore blu al verde. Infine segnaliamo le due spiagge frequentate per lo più dalle famiglie in vacanza a Marettimo: Scalo Vecchio e Scalo Nuovo. Si trovano in paese in corrispondenza del porto nuovo e del porto vecchio, e sono l’ideale per un bagno rinfrescante. Infine gli amanti delle immersioni hanno a Marettimo più di un’occasione unica: i sub possono infatti ammirare da vicino il relitto di un mercantile – situato poco al largo -, l’immersione alla Secca del Cammello ed una grotta su fondale di 30 metri!

Per scoprire le altre bellezze delle Egadi, vi invitiamo a leggere la nostra guida di Levanzo, la più piccola dell’arcipelago, e quella sulle spiagge di Favignana, la più famosa.